Vi preoccupate (giustamente) dell’arma. Vi preoccupate (altrettanto giustamente) degli scarponi e dell’abbigliamento. Ma allo zaino quanti pensieri dedicate? Dopotutto è grazie a lui se avete uno strumento per riporre e trasportare tutto ciò che vi serve durante la vostra uscita di caccia, per non parlare della selvaggina uccisa. C’è chi pensa di potersi arrangiare con le tasche della giacca e del gilet (sbagliatissimo) e chi rimedia utilizzando uno zaino da montagna o un generico zainetto sportivo (altrettanto sbagliato). Poter contare su uno zaino di qualità è importante, invece. Ecco dunque alcuni consigli per scegliere bene:

1) Lo zaino da caccia deve essere capiente ma non troppo: l’ideale va dai 45 agli 80 litri. Ricordate che non dovete farci stare solo l’attrezzatura o un cambio di vestiario, ma anche il frutto (si spera) delle vostre fatiche!

2) Il materiale fa la differenza: deve essere resistente e idrorepellente, morbido e silenzioso. Scegliete zaini facili da lavare, magari con sacco interno removibile, e che asciugano in fretta (e poi ricordatevi di lavarli!)

3) L’apertura deve essere ampia, per poter inserire agevolmente la selvaggina. Allo stesso modo, la chiusura deve essere regolabile, per potersi adattare alla grandezza dell’animale.

4) Gli spallacci devono essere comodi (dunque imbottiti) e regolabili. Uno zaino imbragabile vi permette di percorrere tragitti lunghi in totale comodità.

5) Se il vostro zaino da caccia è super-accessoriato ma pesa troppo, finirete per detestarlo (e detestare voi stessi, per averlo comperato): preferite i modelli che riescono a mantenersi entro i 2 chili e mezzo di peso.

6) Uno zaino di qualità si paga: meglio investire qualche euro in più per un prodotto che dura nel tempo, piuttosto che trovarsi dopo un mese di uscite con un oggetto a brandelli.

Un consiglio per un buon acquisto? Date un’occhiata al nostro ZAINO MICROSUEDE VERDE PF 65 LT. Qualità garantita!

Zaino da caccia